Humillados y ofendidos

 

Il 24 maggio scorso la città di Sucre, in Bolivia, è stata teatro di gravi episodi di razzismo nei confronti di gruppi di indigeni sostenitori del MAS, il movimento politico del grande Presidente Evo Morales. Gli indios sono stati picchiati, obbligati a marciare seminudi, costretti a cantare slogan contro le loro idee, a inginocchiarsi, a baciare il suolo e a bruciare le loro bandiere e striscioni. "Humillados y ofendidos", documentario dell’attore e regista argentino César Brie, riproposto integralmente qua sotto, racconta questi scontri. E testimonia come il cammino verso l’integrazione sia ancora difficile, soprattutto quando a fomentare l’odio siano gli investimenti massicci della CIA, un ambasciatore americano, poi espulso dal paese, specializzato in precedenza nella destabilizzazione del Kosovo ed ex combattenti nazisti dell’est europa (i famigerati ustascià) che stanno tentando in tutti i modi di rendere impossibile la vita del primo Presidente indio del paese andino, depredato per secoli dai colonizzatori europei e dalle multinazionali yanqui.

http://video.google.com/googleplayer.swf?docid=4622053352668424213&hl=it&fs=true

Questa voce è stata pubblicata in Luci dalle sale. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...