Che cosa dirà ora il Papi della Santa Sede?

 

di Marco Travaglio

 

Segnatevi queste due frasi: “Non posso stare con un uomo che frequenta le minorenni… perché la ragazza minorenne la conosceva prima che compisse 18 anni: magari fosse sua figlia…”. “Ho cercato di aiutare mio marito, ho implorato coloro che gli stanno accanto di fare altrettanto, come si farebbe con una persona che non sta bene. E’ stato tutto inutile”. Le ha  pronunciate la moglie, da ieri ex, del nostro presidente del Consiglio, e le hanno raccolte la Repubblica e La Stampa. Memorizzatele perché non le sentirete mai citare in nessun tg o programma delle tv di regime. Lasciamo perdere quelle della ditta, dove chi dovrebbe informare è stipendiato dal tizio che va con le minorenni e non sta bene.

 

Vediamo il “servizio pubblico”: i tg dell’ora di pranzo, i primi in onda dopo lo scoop dei due quotidiani. Tg2 (sempre così prodigo di gossip,anche sull’ultima starlette): 5 secondi da studio, meno che per il divorzio di Mel Gibson. Tg1: 15 secondi da studio, affidati all’affranta Susanna Petruni, che occulta le frasi-bomba di Veronica e riesce persino a chiudere con una vecchia frase del premier (ieri insolitamente taciturno): “La signora si è fatta ingannare dai giornali della sinistra”. Tg3: breve servizio di 50 secondi, nemmeno un cenno alle minorenni e all’uomo malato, ordinaria amministrazione e chiusura con l’avvocato Ghedini (tornato sulla breccia dopo mesi di quarantena, causa lodo Alfano) che suona il silenzio su “un fatto privato”. Ma il fatto privato è il divorzio, così come le eventuali scappatelle dell’attempato Cavaliere di Hardcore, nonno settantatreenne di tre (prossimamente quattro) nipotini. Sono invece fatti pubblici, pubblicissimi, le dichiarazioni della persona che conosce meglio di tutti il nostro premier, e che lo definisce “uomo che frequenta le minorenni” e lo paragona a “una persona che non sta bene”. Febbre suina, par di capire.

 

Ora, immaginiamo le stesse frasi in bocca alla signora Obama, o Zapatero, o Brown, e i commenti delle tv e dei giornali di tutto il mondo. Non nel gossip: nelle pagine politiche. Non per nulla l’Italia è di nuovo “semilibera” nella classifica di Freedom House. Quel che accadrà nelle prossime settimane è prevedibilissimo. I siti del Pdl e i fogli d’ordini del regime han già servito l’antipasto: “Il Giornale” con un attacco alzo zero alla “First Lady in sonno” che “danneggia il premier e il governo” diventando “nemica della maggioranza degl’italiani”; “Libero” (una testata, un ossimoro) con tre foto di Veronica giovane a seno nudo. Prossimamente su questi schermi, qualche vecchio filmino osè, magari allegato a uno degli house organ del Sultano. Insomma la massacreranno, com’è accaduto in questi 15 anni a chiunque si sia messo di traverso sulla strada del padrone d’Italia: dai pm di Mani Pulite alla Ariosto, da Montanelli a Biagi, da Santoro a Luttazzi, a tutti gli altri epurati. I servi e i killer stanno già oliando le mitragliatrici.

 

 

Probabilmente tutto si spiega con questa bella tabellina. Voi che ne dite?

 

Questa voce è stata pubblicata in Politica controcorrente. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Che cosa dirà ora il Papi della Santa Sede?

  1. Chiara ha detto:

    Noi siamo partialy free,perché giustamente siamo governati dal Popolo "delle libertà" o come si chiama ora sto parito che più che partito purtroppo sta sempre qua.Vediamo,di che colore è Cuba?Perfecto, ella es azul,ma ti garantisco che il Messico è uguale.(Io arrivo fresca di internazionalità e parlo di casa altrui). La differenza è che il Messico non ha l\’embargo,quindi sti poveracci,perché sono veramente tanti quelli he vivono in "favelas" stile Cuba, quindi a loro tocca vivere con i benestanti,obesi americani che passano loro sotto il naso. A questo punto è forse meglio la dittatura di Fidel. Come pro hanno invece che -forse- in teoria è più semplice lasciare il Paese a livello burocratico,pemessi e contro permessi,ma voglio dire,chi è che efettivamente ci riesce?Ora vedo se le e-mail arrivano.A cuba neanche quello,quindi tra un pò ti saprò dire se si è meritato il colore giallo. Basta,gli sfigati d\’Europa siamo noi

  2. mauro ha detto:

    dopo il suo comportamento in europa e i vari cucu\’ dietro le colonne ,uno che non lo conosce potrebbe seriamente pensare che questo signore si fa\’ di acidi !!!!addirittura pedofilo ,o il papi di tutte le minorenni ,chissa come si comporta in casa ,e poi èra benigni il pazzo…questa è la sua crisi!!!

  3. Michele ha detto:

    Si aggira in Europa un premier pagliaccio e a chi è toccato il cerino? Che Cuba sia azzurra è ovvio, visto che si tratta di uno studio statunitense. Il Messico invece è giallo visto che sono amigos dei gringos. Come non ricordare il presidente Fox, grande amico di Bush e dirigente della CocaCola; il successore ed attuale Calderon, eletto con palesi brogliacci; le maquiladras, fabbriche yanqui in cui si sfruttano e uccidono donne e bambini; il muro della vergogna che isola alcuni tratti di california arizona e texas; le centinaia di migranti che periscono nel deserto; i poliziotti che ammazzano giornalisti e manifestanti. Per fortuna che nella dispotica Cuba succede ben di peggio, altrimenti inizierei a preoccuparmi.

  4. Chiara ha detto:

    Non molto di peggio,bene o male la solfa è la stessa togliendo però la presenza USA.Per la cronaca,ho iniziato a fare controinformazione anche su FB e ho pubblicato questo bel mappamondo colorato con così tanto blu e così sempre troppopoco verde speranza.Spero risquota successo

  5. Michele ha detto:

    L\’importante è che su FB non parli male di FB, perchè se no FB si incazza e ti banna senza comunicazioni. Per il resto che viva e si diffonda sempre la controinformazione, o meglio l\’informazione d\’opposizione al pensiero dominante. E\’ il succo vitale della rete!

  6. Chiara ha detto:

    Ah,già,ma ha altri scopi la rete?Mah,pazienza,si,alimentare le catene di e-mail più lunghe del mondo!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...