Una poesia al giorno toglie la mediocrità di torno: Rimbaud (3)

 

Ho trovato l’eternità: è il Sole in comunione con il Mare

 

 

 

Sensazione

 

Nelle azzurre sere d’estate, andrò per i sentieri,

punzecchiato dal grano, a pestar l’erba tenera:

trasognato sentirò la frescura sotto i piedi

e lascerò che il vento mi bagni il capo nudo.

 

Io non parlerò, non penserò più a nulla:

ma l’amore infinito mi salirà nell’anima,

e me ne andrò lontano, molto lontano come uno zingaro,

nella Natura, lieto come con una donna.

 

(Arthur Rimbaud)

 

Questa voce è stata pubblicata in Poesie. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Una poesia al giorno toglie la mediocrità di torno: Rimbaud (3)

  1. Silvia ha detto:

    Mi è venuto in mente un quadro, del resto è il mio preferito… "Il campo di grano con corvi" di Vincent Van Gogh

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...