Una poesia al giorno toglie la sobrietà di torno: Baudelaire (9)

 

I tuoi occhi, che nulla rivelano di dolce o d’amaro, sono due gioielli in cui l’oro si unisce al ferro.

 

 

 

Canto d’autunno

 

Dei tuoi lunghi occhi la verde scura luce amo,

dolce beltà, ma tutto oggi mi è amaro, e niente

né il tuo amore, né l’alcova o il focolare

per me vale il sole dardeggiante sul mare.

E intanto amami, tenero cuore! sii tu

madre a quest’uomo perfido e ingrato;

sorella o amante, sii tu la dolcezza effimera

d’un glorioso autunno o d’un sole morente.

Non sarà lunga impresa! Avida, la tomba è lì in attesa!

Ah, posata la fronte sulle tue ginocchia, lascia

che assapori, nel rimpianto della torrida bianca estate,

il giallo e dolce raggio della fine di stagione!

 

(Charles Baudelaire)

 

Questa voce è stata pubblicata in Poesie. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...