Una poesia al giorno toglie la sofferenza di torno: Merini (3)

 

La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.

 

 

 

Ascolta il passo breve delle cose

 

Ascolta il passo breve delle cose

-assai più breve delle tue finestre-

quel respiro che esce dal tuo sguardo

chiama un nome immediato:la tua donna.

E’ fatta di ombre e ciclamini,

ti chiede il tuo mistero

e tu non lo sai dare.

Con le mani

sfiori profili di una lunga serie di segni

che si chiamano rime.

Sotto, credi,

c’è presenza vera di foglie;

un incredibile cammino

che diventa una meta di coraggio.

 

(Alda Merini)

 

Questa voce è stata pubblicata in Poesie. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Una poesia al giorno toglie la sofferenza di torno: Merini (3)

  1. Susanna ha detto:

    Sotto, credi,c\’è presenza vera di foglie;un incredibile camminoche diventa una meta di coraggio.Questa…una delle più belle…

  2. Michele ha detto:

    Com\’è bello pronunciare simili parole, e poi viverle…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...