Una poesia al giorno toglie la convenzionalità di torno: Mallarmé (7)

 

Sospiro

 

La mia anima sale, o placida sorella,

Al cielo errante della tua angelica pupilla

E alla tua fronte, dove, giuncato di rossore,

Sogna un autunno, come nell’antico pallore

D’un parco un getto d’acqua sospira su all’Azzurro!

– Verso il tenero Azzurro d’Ottobre mite e puro

Che guarda in grandi vasche la sua malinconia

E lascia, su acque morte, dove, fulva agonia

Le foglie errano al vento tracciando un freddo viaggio,

Il sole trascinarsi giallo col lungo raggio.

 

(Stéphane Mallarmé)

 

Questa voce è stata pubblicata in Poesie. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...