La canzone del giorno (2): Otto Ohm

 

Mi lascio andare dentro te e mi perdo

Senza bisogno di parole

 

 

 

Oggi è la volta di un disco italiano. Combo, quarto lavoro dei romani Otto Ohm, è il titolo perfetto perché rappresentazione di una comb-inazione efficace di stili, musicalità e tematiche diverse che armoniosamente si intrecciano nel fornire una personalità unica all’opera: invettive di denuncia sociale, disagi in un’epoca divorata da necessità superflue e artificiali che ci allontanano dall’apprezzare le piccole cose in un consumo selvaggio di cose e sentimenti, riflessioni melanconiche sull’inizio e la fine della vita, ma anche esaltazione di attese fiduciose, di tante persone da salvare, dei caldi momenti di affiatamento, della sostanza che prevale sulla sterile forma (termine che compare più volte).

Il pezzo che ho scelto, “Senza bisogno di parole” è una delicata ballata romantica, contraddistinta da una scelta metrica, di ritmi, di vocaboli e di interventi strumentali e sintetici che costituiscono quello stiloso dub che appartiene ormai soltanto a loro. In un percorso coerente senza bisogno di tanta pubblicità, ma con una classe sopraffina.

 

 

Fonte: http://www.youtube.com/user/demonangel88

 

 

TESTO:

 

Ovunque andrò, ovunque andrai

Ovunque andrò, ovunque andrai

Vorrei distogliere

La mia attenzione da ciò che penso

Magari riuscire un po’

A concentrarmi su quello che stai dicendo

Ma a volte parlare è inutile

Per poter descrivere quelle cose

Che mi attraversano

E di riflesso io trasformo in note

Da adesso

Ovunque andrò

Io porterò dentro di me il sapore

Delle tue labbra morbide contro le mie

Mi lascio andare dentro te e mi perdo

Senza bisogno di parole

Ovunque andrai

Coltiverò dentro di me il tuo sguardo

Non lascerò che il tempo lo cancelli ed io

Non alzerò più gli occhi per paura di rovinare tutto

Ovunque andrai

Restiamo ancora qui

Solo a scambiarci tutti gli sguardi del mondo

Cercando qualcosa da darsi

Anche se non c’è più niente e sembra che tutto ci è contro

Quel verde in cui tengo da tempo le cose più importanti

Non saprei immaginarti un po’ diversa

Noi siamo la corrente e l’acqua che formano quest’onda

E insieme diventiamo schiuma sulla spiaggia

Ovunque andrò

Io porterò dentro di me il sapore

Delle tue labbra morbide contro le mie

Mi lascio andare dentro te e mi perdo

Senza bisogno di parole

Ovunque andrai

Coltiverò dentro di me il tuo sguardo

Non lascerò che il tempo lo cancelli ed io

Non alzerò più gli occhi per paura di rovinare tutto

Ovunque andrò

Io porterò dentro di me il sapore

Delle tue labbra morbide contro le mie

Mi lascio andare dentro te e mi perdo

Senza bisogno di parole

Ovunque andrai

Coltiverò dentro di me il tuo sguardo

Non lascerò che il tempo lo cancelli ed io

Non alzerò più gli occhi per paura di rovinare tutto

 

Questa voce è stata pubblicata in Dj Mike. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...