La canzone del giorno (9): Editors

 

Here look at the soaring sight,

I saw everything with dying pride,

the truth in your eyes.

 

 

 

Come già evidenziato nella recensione degli Arctic Monkeys, il terzo album è un passo sostanziale per ogni band e così è accaduto anche per gli Editors che, prendendosi rischi concreti e conflittuali con un certo modo d’essere e di apparire, hanno assecondato la propria necessità di cambiamento creando un mix sonoro nuovo, spiazzante e personale in cui l’attenzione per il particolare e la ricchezza strutturale dei brani affascinano e disorientano.

In this light and on this evening è un disco che raffigura scenari inquietanti ispirati ai classici della fantascienza (su, chi ha detto Blade Runner?) e una visione poco incoraggiante del mondo che verrà. Un mondo in cui è necessario correre per sopravvivere. E cambiare inaspettatamente direzione per non farsi catturare.

La prova del nove del pericolo incombente e soffocante è la quasi totale assenza di chitarre, l’elemento tipicamente umano annientato da paure e presenze estranee rispetto al sottofondo odierno, sostituite dal suono industriale più rarefatto ed incorporeo dei sintetizzatori, come se disturbi elettromagnetici indistinguibili e macchine violente e non controllabili abbiano preso il sopravvento sulla nostra stessa volontà di concepire e pensare.

L’epica “You don’t know love” con la sua laboriosa costruzione orchestrale travalica in un paesaggismo disabitato e trasognante cercando di spezzare questa agonia avvilente con una densità di pathos che pare esplodere in lacrime e rabbia da un momento all’altro. Sospesi in un presente che non ci appartiene…

 

 

Fonte: http://www.youtube.com/user/badrockass

 

 

 

TESTO:

 

You don’t know love like you used to.

You don’t feel love like you did before.

 

Ohhhhhhhhhhhh!

Ohhhhhhhhhhhh!

 

You ran with the dead today, with the moles from the CIA,

they see more than you ever see.

Headlights in your rear view mirror, a panther’s eyes as he preys on fear,

you hunt for love, you electioneer.

 

Ohhhhhhhhhh!

Ohhhhhhhhhh!

Ohhhhhhhhhh!

Ohhhhhhhhhh!

 

You ran with the dead today, fill the cemeteries where ghosts still play,

before you run, look out further away.

Here look at the soaring sight, I saw everything with dying pride, the truth in your eyes.

 

Ohhhhhhhhhh!

Ohhhhhhhhhh!

Ohhhhhhhhhh!

Ohhhhhhhhhh!

Ohhhhhhhhhh!

Ohhhhhhhhhhhhh!

Ohhhhhhhhhh!

Ohhhhhhhhhh!

 

You don’t know love like you used to,

You don’t feel love like you did before.

You don’t feel love like you used to,

You don’t feel love like you did before.

 

Ohhhhhhhhhh!

Ohhhhhhhhhh!

 

You don’t know love like you used to,

You don’t feel love like you did before.

You don’t know love like you used to,

You don’t feel love like you did before.

You don’t know love like you used to,

You don’t feel love like you did before.

Now you don’t know love like u used to,

You don’t feel love like you did before.

 

You don’t know love like you used to.

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Dj Mike. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...