Una poesia al giorno toglie il suicidio di torno: Majakovskij (1)

 

Vladimir Vladimirovič Majakovskij (in russo Владимир Владимирович Маяковский[?]; Bagdadi, 7 luglio 1893 – Mosca, 14 aprile 1930) fu un poeta e drammaturgo russo, dal 1919 sovietico, che per oltre un decennio fu il cantore della rivoluzione d’Ottobre e della nascente società sovietica.

 

 

 

Tu

 

Poi sei venuta tu,
e t’è bastata un’occhiata
per vedere
dietro quel ruggito,
dietro quella corporatura,
semplicemente un fanciullo.
L’hai preso,
hai tolto via il cuore
e, così,
ti ci sei messa a giocare,
come una bambina con la palla.
E tutte,
signore e fanciulle,
sono rimaste impalate
come davanti a un miracolo.
"Amare uno così?
Ma quello ti si avventa addosso!
Sarà una domatrice,
una che viene da un serraglio"!
Ma io, io esultavo.
Niente più
giogo!
Impazzito dalla gioia,
galoppavo,
saltavo come un indiano a nozze,
tanto allegro mi sentivo,
tanto leggero.

 

(Vladimir Majakovskij)

 

Questa voce è stata pubblicata in Poesie. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Una poesia al giorno toglie il suicidio di torno: Majakovskij (1)

  1. Chiara ha detto:

    Non so se è più romantica,più nostalgica o più sofferta…

  2. valentina ha detto:

    Non direi nostalgica.C\’è il senso di abbandono in un\’altra persona di qualcosa che riteniamo troppo pesante per portarlo solo noi. Che é il cuore, ma penso in questo caso sia anche il ruggito, l\’aggressività che ci portiamo dietro, gli stereotipi o il dover essere aduti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...