Una poesia al giorno toglie il suicidio di torno: Majakovskij (10)

 

Estratto di A Sergej Esenin

 

Molto è il lavoro,

occorre fare in tempo.

Bisogna

dapprima

trasformare la vita

e, trasformata,

si potrà esaltarla.

 

Quest’epoca

è difficiletta per la penna.

Ma ditemi

voi,

sciancati e sciancate,

dove,

quando,

qual grande si è scelto

una strada

più battuta

e più facile?

 

La parola

è un condottiero

della forza umana.

March!

Che il tempo

esploda dietro a noi

come una selva di proiettili.

 

Ai vecchi giorni

il vento

riporti

solo

un garbuglio di capelli.

Per allegria

il pianeta nostro

è poco attrezzato.

 

Bisogna

strappare

la gioia

ai giorni futuri.

In questa vita

non è difficile

morire.

Vivere

è di gran lunga più difficile.

 

(Vladimir Majakovskij)

 

Questa voce è stata pubblicata in Poesie. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...