La canzone del giorno (36): Alice In Chains

 

Lay down, black gives way to blue

Lay down, I’ll remember you

 

 

 

Riscrivere una storia è uno dei modi per far rivivere il passato, con l’accortezza di riuscire a dimenticare gli errori, dimenticare i fallimenti, dimenticare tutto eccetto ciò che si deve fare ora, e finalmente farlo. Le canzoni, specialmente quelle dei gruppi che hanno segnato la nostra adolescenza, servono a conservare la memoria del passato e a mutare la scontatezza del futuro. Per questo è doveroso tastare il polso delle band 15-20-30 anni dopo gli esordi e saggiare ciò che hanno ancora da comunicare al mondo.

Un disco, "Dirt", che ha rivoluzionato il grunge dopo il ciclone “Nevermind”, sviscerando i tabù di droga e morte con parole che nessuno aveva mai utilizzato prima. Quattordici anni di inaudito silenzio. Una scomparsa tragica. Una voce nuova di zecca, quella di William DuVall. Il controverso ritorno con Black Gives Way To Blue. Un tributo all’amico di sempre, Layne. Eppure sono ancora loro, gli sporchi Alice in Chains di sempre. Con la solita alchimia perfetta di potenza, qualità e deliziose melodie malate. Con le solite atmosfere plumbee e opprimenti. Con i soliti suoni arrabbiati e deliranti. Con le solite pause lente e intimistiche. Con le nuove armonizzazioni vocali malinconiche ed evocative del duo Cantrell-DuVall che riescono a non far rammaricare troppo di un destino sepolto dagli eventi.

E non poteva che essere un toccante omaggio a Layne Staley la meravigliosa “Black gives way to blue”: chitarra, voce e piano dell’inaspettato Elton John che compongono una melodia celestiale in cui le immagini, i ricordi e le emozioni affiorano istintivamente, regalandoci una paradisiaca dedica.

Il passato a volte ritorna, non desidera l’oblio né pianifica le visite. Il passato a volte ritorna, e si sovrappone al presente in perfetta sincronia. Il passato a volte ritorna, e rischia di propagarsi all’infinito. Il passato a volte ritorna, e rischia di divenire vortice. La scelta è se continuare a guardarsi allo specchio oppure voltare le spalle e ricominciare a vivere…

 

 

Fonte: http://www.youtube.com/user/DonZordon

 

 

 

TESTO:

 

I don’t want to feel no more

It’s easier to keep fallin

Imitations appeal

Emptiness all tomorrows haunted by your ghost

 

Lay down, black gives way to blue

Lay down, I’ll remember you

 

Fading out by design

Consciously avoiding changes

Curtains drawn now it’s done

Silencing all tomorrows forcing a goodbye

 

Lay down, black gives way to blue

Lay down, I’ll remember you

 

Questa voce è stata pubblicata in Dj Mike. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...