La canzone del giorno (39): 99 Posse, Piotta, Punkreas, Adriano Bono & Torpedo Sound Machine e Leo Pari

 

I’ ric’ -che sì- ma ric’ pure -che no-

i’ ric’ che sit’ ‘na mass’imbrujoni

inquisiti e ignoranti,

je ric’ ca ssi ce damm o nucleare

in mano a chi sa solamente speculare

sulle spalle della gente e favorire le sue aziende

lo scenario del futuro mio si fa un poco inquietante

ppe chest’ te ric’ no, io non morirò

per voi e le vostre aziende!

 

 

 

A supportare la campagna anti-atomo di Greenpeace arriva anche la musica degli "Artisti contro il nucleare": 99 Posse, Piotta, Punkreas, Adriano Bono & Torpedo Sound Machine e Leo Pari cantano insieme il singolo "No al Nucleare", un work in progress in attesa di sempre maggiori adesioni.

"Artisti contro il nucleare" perché:

– il nucleare è pericoloso, essendo soggetto a rischi di gravi incidenti;

– le centrali generano scorie che rimangono radioattive per migliaia di anni;

– il contributo all’occupazione è molto limitato;

– è troppo costoso nella costruzione e nello smaltimento e quindi la bolletta aumenterà;

– investire nel nucleare impedirebbe lo sviluppo delle fonti rinnovabili;

– è una pericolosa perdita di tempo ai fini climatici perché occorrono troppi anni per costruire le centrali e i risultati sarebbero scarsi;

– non garantisce indipendenza energetica mentre l’uranio una risorsa limitata;

– non ha il sostegno dei cittadini;

– il nucleare è pericoloso anche a notevoli distanze, ma è più pericoloso quanto più è vicino.

Adriano Bono, che con Torpedo Sound Machine ha prodotto la base musicale ed è autore del brano insieme agli altri artisti coinvolti dice:«Personalmente mi auguro che questa canzone-manifesto contro il ritorno del nucleare in Italia sia solo il primo passo di una serie di innumerevoli iniziative artistiche, e che contribuisca all’avvio di una grande mobilitazione di tutta la società civile, con gli artisti (musicisti, attori, grafici, creativi in genere) schierati in prima linea nel sensibilizzare l’opinione pubblica sulla follia delle scelte energetiche del Governo».

 

 

Fonti: http://www.greenpeace.it/nuclearlifestyle/homepage.html

            http://artisticontroilnucleare.blogspot.com/

 

 

 

TESTO:

 

Io dico no, dico no, dico no al nucleare!

Io dico no, dico no, dico no al nucleare!

Io dico no, dico no, dico no al nucleare!

Io dico no, dico no, dico no al nucleare!

 

caro ministro scusi se insisto

ma il suo ragionamento suona sinistro

alle mie orecchie sembra un misto

di disinformazione e opportunismo

 

evidentemente avrete il vostro interesse

a costruire cattedrali nel deserto

le motivazioni sono sempre le stesse

e per capirlo non serve un esperto

 

certo, c’è bisogno di energia

ma il nucleare no non è l’unica via

prima c’è il risparmio, e la rinnovabile

alternativa praticabile

 

ma sicuramente, la sua memoria è labile

e gli riesce facile dire alla gente

dalla televisione:- nessuno rischia niente

e non c’è altra soluzione!-

 

Io dico no, dico no, dico no al nucleare!

Io dico no, dico no, dico no al nucleare!

Io dico no, dico no, dico no al nucleare!

Io dico no, dico no, dico no al nucleare!

 

Luglio 76 io non ricordo niente

Ma l’86 io ce l’ho impresso in mente

Era un Sabato d’Aprile differente

era il 26 e non uscii per niente

era il mio compleanno ma senza una festa

e l’Ucraina in tempesta ci piovve in testa

2010 qua si sta in piedi

e i politicanti sono uguali a ieri

quelli seri, quanti? sono tutti un pacco

per loro siamo zeri dalle Alpi al tacco

hanno rifatto un patto scellerato e vecchio

è una scoria sotto il culo della storia

ecco: il futuro scuro mi ingrigisce

è col sole che mi sento vivo

è questo uranio che m’impoverisce

e col vento giro alternativo!

 

Chissà dove le fanno le centrali nucleari

mica a’ ‘o posto ‘re bboutique, a Montenapoleone

e nemmeno alla stazione di Bologna

dove già dall’altra volta sono sporchi di vergona

ma dove le faranno le centrali nucleari

i’ ric’ là,

proprio sott’ a casa mia a casa toja…

 

Ho visto il mondo farsi bianco all’improvviso

si è aperto il cielo ma non era il paradiso

la mia memoria svanisce

mentre il pianeta sparice!

 

I’ ric’ -che sì- ma ric’ pure -che no-

i’ ric’ che sit’ ‘na mass’imbrujoni

inquisiti e ignoranti,

je ric’ ca ssi ce damm o nucleare

in mano a chi sa solamente speculare

sulle spalle della gente e favorire le sue aziende

lo scenario del futuro mio si fa un poco inquietante

ppe chest’ te ric’ no, io non morirò

per voi e le vostre aziende!

 

Io dico no, dico no, dico no al nucleare!

Io dico no, dico no, dico no al nucleare!

Io dico no, dico no, dico no al nucleare!

Io dico no, dico no, dico:

 

 NO AL NUCLEARE!

 

Questa voce è stata pubblicata in Dj Mike. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...