Una poesia al giorno toglie la distopia di torno: Boye (11)

 

Ricordo

 

Quieta voglio ringraziare il mio destino:

mai ti perdo del tutto

Come una perla cresce nella conchiglia,

così dentro di me

germoglia dolcemente il tuo essere bagnato di rugiada.

 

Se infine un giorno ti dimenticassi –

allora sarai tu sangue del mio sangue

allora sarai tu una cosa sola con me –

lo vogliano gli dei

 

(Karin Boye)

 

Questa voce è stata pubblicata in Poesie. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...